Editoriale

Home/Editoriale

Viva l’IRAP: la riscossa degli economisti

Siamo molto contenti che la Corte di Giustizia Europea ha dichiarato l’IRAP compatibile con il regime IVA, evitando di commettere un errore colossale e di arrecare un danno economico rilevante a uno stato membro.  Nella vicenda IRAP-Corte di Giustizia vi sono due equivoci evidenti a cui si aggiunge la mancanza di coraggio dell’Unione Europea. Cerchiamo di ricordare i punti principali. L’IRAP fu criticata in passato per vari motivi, noti e dibattuti. Chi scrive non può essere sospettato d’indulgenza nei confronti [...]

Autore |2020-01-19T19:42:06+00:0006 Ottobre 2006|Categorie: Editoriale, Finanza pubblica|

Un po’ più di “coraggio” per valorizzare il TFR nei pilastri privati

La Finanziaria[1] smobilizza gli accantonamenti al TFR che, quando non destinati a previdenza complementare, andranno per il 50 per cento[2] su un conto corrente aperto in tesoreria, per essere gestiti dall’INPS per “finalità pubbliche”. Alla novità sulla destinazione degli accantonamenti è gia stato dedicato il precedente OpEd. Si desidera, adesso, proporre un commento alla novità riguardante le compensazioni alle imprese. Ponendosi nell’ottica di integrale smobilizzo verso i pilastri privati (quella positiva, che darebbe impulso al multipillar e miracolosamente preserverebbe [...]

Autore |2020-01-15T21:11:37+00:0003 Ottobre 2006|Categorie: Editoriale, Pensioni|

Il “nuovo” TFR per la previdenza complementare

La Finanziaria contiene misure sicuramente positive per realizzare il risanamento della finanza pubblica e il rispetto dei vincoli europei. Il disavanzo si riduce e con esso il debito, riportando il sentiero della finanza pubblica su una strada sostenibile.  Tuttavia vi sono due aspetti che meritano un’attenzione particolare: la decisione di rivedere aliquote e scaglioni dell’imposta sul reddito e soprattutto l’utilizzo del TFR. Per quanto riguarda la prima, non vogliamo entrare nel merito e ci limitiamo solo a ribadire la preferibilità [...]

Autore |2020-01-19T19:42:38+00:0002 Ottobre 2006|Categorie: Editoriale, Pensioni|

Che cosa resta della riforma delle pensioni e del TFR?

sperando in revisioni dell'ultimo minuto della bozza di Finanziaria Per quanto si siano ormai perse abitudine e speranza a progettare una riforma delle pensioni che sia l’”ultima”, ci si attendeva uno sforzo molto maggiore, per l’importanza che la sistemazione di quello che è un “cantiere” aperto ormai da un quindicennio ha nella definizione delle condizioni macro e microeconomiche per il compimento di altre, tante riforme (cfr. intervento di F. Pammolli in Confindustria il 22 Settembre u.s). L’attesa era sostenuta [...]

Autore |2020-01-15T21:11:54+00:0030 Settembre 2006|Categorie: Editoriale, Pensioni|

Pensioni e mercato del lavoro: “uniti” da una riforma liberale

Nonostante l’ultimo intervento sulle pensioni pubbliche risalga a poco più di un anno fa (la Legge Delega Previdenziale del 2004 o riforma “Maroni-Tremonti”), nel dibattito pre-Finanziaria 2007 si ritorna a parlare di riforma pensionistica. I motivi sono essenzialmente due: (1) l’innalzamento del requisito anagrafico per l’anzianità, (2) e la persistenza della “gobba” di spesa, pur traslata in avanti di una decina di anni. Alcuni commenti sul primo motivo. Con l’obiettivo di ridurre l’incidenza della spesa pensionistica sul PIL, la [...]

Autore |2020-01-15T21:12:05+00:0029 Settembre 2006|Categorie: Editoriale, Pensioni|

Fiscalità della previdenza privata e adeguatezza delle pensioni

Anche dopo la stabilizzazione dell’incidenza sul PIL della spesa pensionistica dal 2050 (14,7 per cento nelle proiezioni contenute nell’ultimo Programma di Stabilità), l’agenda riformista deve affrontare un altro problema: quello dell’adeguatezza delle pensioni. L’obiettivo di policy, infatti, non può avere soltanto natura finanziaria (il controllo della spesa), ma deve riguardare anche i livelli di reddito disponibili per la quiescenza e la loro riduzione rispetto a quelli da lavoro. Mano a mano che il criterio di calcolo contributivo entrerà a [...]

Autore |2020-01-15T21:12:29+00:0029 Settembre 2006|Categorie: Editoriale, Pensioni|

Smobilizzo del TFR e opting-out: una proposta strutturale

Dal 1993, anno del primo intervento normativo (il Decreto Legislativo n. 124) che tentava di dare un inquadramento completo e istituzionale ai pilastri privati previdenziali [1], lo sviluppo dei fondi pensione (second pillar) e delle polizze assicurative con finalità pensionistiche (third pillar) rimane ancora agli albori, rendendo più difficili, sul piano economico e politico, le riforme del sistema pubblico di base. Uno degli aspetti da sempre rimasti irrisolti è quello dello smobilizzo (degli accantonamenti futuri [2]) del trattamento di [...]

Autore |2020-01-15T21:13:02+00:0029 Settembre 2006|Categorie: Editoriale, Pensioni|Tag: , |

Il copayment al centro della riorganizzazione federalista del SSN

copay concordato Stato-Regioni e mutuo riconoscimento tra Regioni Tra Partner OCSE il ticket è diffuso lungo tutta la “filiera” delle prestazioni sanitarie: dal medico di base, alla diagnostica, al ricovero, all'acquisto di farmaci. In Italia, invece, la sanità rimane quasi integralmente gratuita, anche se il tema occupa annualmente i dibattiti pre-Finanziaria. Il Ministro Turco non nega un possibile ricorso ai ticket e nella Conferenza Stato-Regioni la posizione è di prudenza ma non di chiusura. E' necessario riflettere, perché attorno [...]

Autore |2020-01-15T21:13:29+00:0015 Settembre 2006|Categorie: Editoriale, Sanità e Federalismo|Tag: |

Oltre il decreto “Bersani”

MEMORANDUM: le privatizzazioni/liberalizzazioni in sospeso I contrasti attorno al decreto “Bersani” non devono distogliere l’attenzione dalle grandi utilities e dai servizi a rete. Sono cinque gli ambiti in cui il completamento del processo di privatizzazione e liberalizzazione appare di particolare urgenza. Energia elettrica Deve trovare soluzione la questio aperta con la riforma del Titolo V della Costituzione (2001), che ha formalmente attribuito potere di veto alle Regioni (e quindi de facto ai loro Enti Locali) nella realizzazione dei nuovi impianti [...]

Autore |2020-01-19T19:43:07+00:0026 Luglio 2006|Categorie: Editoriale, Liberalizzazioni|

I tassisti, il suk e le riforme strutturali

corporazioni, bargaining e declino Si è concluso il “braccio di ferro” tra Governo e tassisti. Invece della possibilità per i Comuni di rilasciare nuove licenze al di fuori dei limiti dell’attuale programmazione numerica (anche riservandole ai già titolari), l’accordo prevede che (cfr. IlSole24Ore del 18/07/2006 pagina 3): 1. a parità di licenze, le organizzazioni/rappresentanze di categoria si impegneranno in un sistema di sostituzioni delle persone alla guida, per fare spazio ai giovani e aumentare del 60-70 per cento la [...]

Autore |2020-01-15T21:14:05+00:0019 Luglio 2006|Categorie: Editoriale, Liberalizzazioni|Tag: |
Torna in cima