Editoriale

Home/Editoriale

Quale forma di separazione per la rete di telecomunicazioni italiana?

I recenti fatti di cronaca riguardanti il futuro di Telecom Italia e il suo ormai imminente cambio di proprietà hanno portato alla ribalta dell’opinione pubblica un tema centrale per lo sviluppo del settore, sia per il grado di competizione del mercato che per l’importanza strategica di un comparto vitale per l’intero sistema economico: la proprietà e la governance della rete di distribuzione locale di telefonia. In questa breve nota si intende fornire un quadro di sintesi per focalizzare nel modo [...]

Autore |2020-01-19T19:41:29+00:0023 Aprile 2007|Categorie: Editoriale, Liberalizzazioni|

Una proposta per evitare lo “scalone” pensionistico

come correggere le pensioni e le quote di pensioni retributive, accelerando la fase di transizione Dal 2008 entrerà in vigore il cosiddetto “scalone Maroni-Tremonti” e il pensionamento sarà possibile, indipendentemente al criterio di calcolo della pensione (retributivo, misto, contributivo) [1]: - a 65 anni di età per gli uomini e 60 per le donne [2]; - a 40 anni di contribuzione a prescindere dall’età; - a 60 anni di età (61 per gli autonomi) e 35 di contributi [3]. [...]

Autore |2020-01-15T21:09:49+00:0021 Marzo 2007|Categorie: Editoriale, Pensioni|

Prezzi di riferimento diversi tra Regioni

un commento al comunicato AIFA n. 50 del 2007 L’Agenzia Italiana del Farmaco ha recentemente messo in luce, in un comunicato del 9 Febbraio scorso [1], come la diversa applicazione del reference pricing che le Regioni hanno progettato o stanno progettando, rischi di compromettere l’uniformità dei prezzi rimborsabili sul territorio. La normativa corrente Il prezzo di riferimento è un meccanismo di regolamentazione che consiste nella determinazione di un prezzo massimo di rimborso dei farmaci a carico del SSN, per [...]

Autore |2020-01-15T21:09:57+00:0002 Marzo 2007|Categorie: Editoriale, Farmaceutica|

A piccoli passi verso la rimozione dei vincoli sulle farmacie

due aspetti importanti della Segnalazione AS301 dell'AGCM L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato torna a occuparsi di distribuzione dei farmaci, con una Segnalazione (la AS301 del 1° Febbraio 2007, in allegato) in cui si invitano i Legislatori regionali (cui spetta la competenza sulla materia) a rimuovere i vincoli su giorni/orari di apertura delle farmacie; in particolare: - l’orario massimo di apertura nel giorno e nella settimana; -  il numero minimo di giorni di chiusura per ferie annuali; -  l’obbligo di [...]

Autore |2020-01-15T21:10:06+00:0006 Febbraio 2007|Categorie: Editoriale, Farmaceutica|

La regolazione del mercato farmaceutico, tra tagli dei prezzi, regole contabili e compartecipazione dei cittadini

senza confusione tra "consumo" e "finanziamento" La Finanziaria 2007 ripropone l’abbattimento del prezzo dei farmaci rimborsati (comma 796, lettera f) a recupero della quota dello sfondamento di spesa del 2006 posta a carico del settore privato (il 60% definito per legge). Per la rimanente quota, le Regioni hanno facoltà o di introdurre un ticket per confezione, oppure di adottare altre misure di impatto equivalente (maggiorazioni IRE/IRAP, reindirizzo di risorse all’interno del bilancio, etc.). L’utilizzo della compartecipazione alla spesa da [...]

Autore |2020-01-15T21:10:17+00:0022 Gennaio 2007|Categorie: Editoriale, Farmaceutica|

PIL, fondi pensione e TFR

La capacità della Finanziaria-2007 di incentivare i lavoratori privati ad indirizzare il TFR ai fondi pensione è ancora oggetto di dibattito (cfr. Cesari 9/1/07 su www.lavoce.info), ma nel contempo il Governo annuncia (cfr. Il Sole24Ore del 6 Gennaio u.s.) un prossimo decreto per coinvolgere nello smobilizzo anche i dipendenti pubblici per i quali l’operazione è più complessa [1]. Il dibattito continua a soffrire di alcuni limiti riguardo: 1) gli orizzonti temporali per il confronto dei rendimenti; 2) il ruolo [...]

Autore |2020-01-15T21:10:26+00:0011 Gennaio 2007|Categorie: Editoriale, Pensioni|

L’orizzonte al di là del cuneo

Nel 2005 il costo del lavoro -“cdl”- per lavoratore dipendente medio è in Italia (36.011 US$ 2005-PPP) inferiore alla media OCSE (36.205), a quella UE-15 (42.317) e a quella UE-19 (37.325). Anche la retribuzione annua lorda -“ral”- è inferiore: i 27.000 US$ (2005-PPP) dell’Italia si confrontano con gli oltre 30.700 dell’OCSE e gli oltre 34.700 dell’UE. Il cuneo contributivo lato impresa (la differenza tra cdl e ral) è invece superiore in Italia: espresso in percentuale del cdl, il 24,9 [...]

Autore |2020-01-15T21:10:42+00:0014 Dicembre 2006|Categorie: Editoriale, Lavoro|

Farmaci rimborsati: responsabilizzazione individuale, sostenibilità, equità

il copay percentuale sui farmaci rimborsati La Finanziaria conferma per i prossimi anni gli interventi di abbattimento dei prezzi dei farmaci a carico del SSN e di revisione restrittiva del Prontuario della fascia “A”, adottati dall’Agenzia del Farmaco (“AIFA”) tra la fine del 2005 e il Settembre 2006 a ripiano della sovraspesa. E’ fatta salva la possibilità di ulteriori interventi sulla base dei dati consuntivi. In occasione dell’ultimo intervento, AIFA si è anche impegnata a formulare, entro Febbraio 2007, [...]

Autore |2020-01-15T21:10:52+00:0030 Novembre 2006|Categorie: Editoriale, Farmaceutica|

La riforma dei servizi pubblici locali

note a margine del DdL "Lanzillotta" ìIl Disegno di Legge n. 772 (cosiddetto “Lanzillotta”), in materia di liberalizzazione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica [1], aspira a definire una normativa omogenea, trasversale alle normative settoriali, per l’assegnazione della gestione. L’ultimo tentativo in questa direzione è stato compiuto dall’articolo 14 del Decreto Legge n. 269 del 2003 [2], rispetto al quale il DdL “Lanzillotta” si differenzia per la scelta del principio di base della concorrenza regolata, che viene proposto [...]

Autore |2020-01-15T21:11:05+00:0022 Novembre 2006|Categorie: Editoriale, Liberalizzazioni|

Per una scelta responsabile sul TFR

incoerente il fondo-infrastrutture ed eccessivo il fondo di garanzia Utilizzando documenti di fonte ISTAT, Banca d’Italia, Capitalia e CERM, cerchiamo di raccogliere il maggior numero di riferimenti per inquadrare il problema dello smobilizzo del TFR. Le imprese micro e piccole: numero, addetti e dipendenti La classificazione delle imprese fa riferimento al numero di addetti che, oltre ai lavoratori dipendenti, per i quali vale il TFR, include anche i titolari dell’impresa e i collaboratori a vario titolo. La seguente tavola [...]

Autore |2020-01-15T21:11:13+00:0030 Ottobre 2006|Categorie: Editoriale, Pensioni|
Torna in cima