Circa Fabio Pammolli

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Finora Fabio Pammolli ha creato 193 post nel blog.

Abbattimenti dei prezzi “selettivi-generalizzati”

il pregio della selettività è da valutare in base ai parametri con cui è applicata Le revisioni del Prontuario Farmaceutico Nazionale del 2003 e del 2005 rientrano a tutti gli effetti nella politica di abbattimento dei prezzi, che è stata il loro obiettivo dichiarato (a completamento della copertura del disavanzo farmaceutico per gli anni precedenti, il 2002 e il 2004)  [1]. La caratteristica che ha contraddistinto gli interventi tramite prontuario da quelli tramite legge o decreto-legge è che i [...]

By |2020-01-15T21:14:42+00:0009 Giugno 2006|Categorie: Editoriale, Farmaceutica|

L’Innovazione spiazzata dalla … Innovazione

paradossale “corollario” della politica di abbattimento dei prezzi dei farmaci Il contenimento della spesa Negli ultimi anni la politica di contenimento della spesa farmaceutica pubblica si è affidata quasi esclusivamente agli abbattimenti generalizzati dei prezzi dei farmaci [1], crescenti sia nelle aliquote che nella numerosità dei prodotti assoggettati (cfr. Nota CERM n. 6-06). Gli abbattimenti hanno colpito in maniera indifferenziata tutti i prodotti, off-patent e in-patent. Questo è avvenuto nonostante esistessero chiare evidenze che si dovesse agire su altri [...]

By |2020-01-15T21:14:52+00:0008 Giugno 2006|Categorie: Editoriale, Farmaceutica, Innovazione e produttività|

Cinque punti cardine per l’agenda di politica economica sanitaria

cinque punti su cui prendere subito posizione, per impirmere la "rotta" alla neonata Legislatura Il primo passo è compiuto. Il Governo ha confermato l’”esecutività” dell’articolo della Finanziaria-2006 che attiva, anche in via automatica, incrementi delle aliquote IRE-IRAP nelle Regioni che devono coprire la sovraspesa sanitaria dell’anno prima. Le riforme sanitarie non possono, però, risolversi solo in questo, perché altrimenti si persevera nell’errore, endemico nelle nostre aspirazioni federaliste, di intervenire soltanto su un piano finanziario, trascurando completamente il coordinamento delle [...]

By |2020-01-15T21:15:08+00:0006 Giugno 2006|Categorie: Editoriale, Sanità e Federalismo|

Sanità tra Stato e Regioni: è ora di discuterne “realmente”

responsabilizzazione finanziaria e reale devono procedere di pari passo. Il coordinamento delle politiche economiche settoriali è indispensabile per costruire un sistema sanitario stabile e solidale (adeguato ed equo su tutto il territorio nazionale)Il nuovo Governo ha compiuto un passo importante, confermando l'”esecutività” dell’articolo della Finanziaria-2006 che richiede che le Regioni con spesa sanitaria superiore allo stanziamento del Fondo Sanitario Nazionale sanino il deficit con incrementi delle loro aliquote IRE ed IRAP. E’ la strada giusta per responsabilizzare le Regioni [...]

By |2020-01-15T21:15:18+00:0005 Giugno 2006|Categorie: Editoriale, Sanità e Federalismo|

03-2006 – La spesa farmaceutica pubblica – Analisi degli ultimi anni e indicazioni per una nuova politica economica

Il Quaderno esamina le determinanti della crescita della spesa farmaceutica a carico del SSN negli ultimi anni. A fronte di una crescita trainata dalle quantità e concentrata in un ristretto numero di Regioni, gli interventi di contenimento della spesa hanno fatto ricorso quasi esclusivamente ai tagli generalizzati dei prezzi dei farmaci, su tutti i prodotti e su tutto il territorio nazionale. Scritto da: Laura Magazzini, Fabio Pammolli e Nicola C. Salerno SCARICA IL PDF

Farmaci: rimborsabili o meno, il ricavo della distribuzione non cambia

Il dibattito in corso sulla riforma della filiera distributiva del farmaco fa riferimento principalmente al comparto dei farmaci rimborsabili (fascia "A"), che sono quelli che direttamente incidono sulla spesa del SSN. Meno rilievo si dà agli effetti della mancanza di concorrenza nel comparto dei farmaci non rimborsabili (gli "C"), che pure rivestono una non minore importanza ai fini della sostenibilità finanziaria e sociale del sistema farmaceutico. Se si prendono in esame le prime 30 confezioni (per controvalore delle vendite [...]

By |2020-01-15T21:15:26+00:0016 Maggio 2006|Categorie: Editoriale, Farmaceutica|

Un Patto a spaccare

A oltre 6 anni dal suo avvio, gli effetti negativi del Patto di Stabilità Interno (“PSI”) sono ormai evidenti. L’imposizione di tetti, scollegati dai fondamentali dell’economia e senza microfondazioni, si è dimostrata dannosa per la gestione dei conti pubblici e logorante per i rapporti istituzionali. Per le sue caratteristiche, il comparto della spesa sanitaria e farmaceutica è stato il primo a fare le spese di questo stato di cose, con una situazione ormai critica. Il finanziamento dello Stato alla [...]

By |2020-01-15T21:15:49+00:0006 Maggio 2006|Categorie: Editoriale, Finanza pubblica|Tag: |

I conti pubblici italiani e la “deriva” federalista

Il Fondo Monetario chiede l’adozione di misure urgenti per il rientro dal deficit e la riduzione del debito pubblico. La BCE stima in 7 miliardi di Euro, quasi mezzo punto percentuale del PIL 2005, la manovra aggiuntiva necessaria per raggiungere l’obiettivo di un disavanzo pari al 3,8% del PIL nel 2006, con un tendenziale che viaggia verso il 4,3%. Contemporaneamente, le Regioni, a chiusura del riparto delle risorse 2006 per la sanità, lamentano un disavanzo dei conti della sanità [...]

By |2020-01-15T21:16:10+00:0002 Maggio 2006|Categorie: Editoriale, Finanza pubblica, Sanità e Federalismo|

02-2006 – Spesa sanitaria, demografia, governance istituzionale – Tra trend storici e proiezioni a lungo termine

Nel corso dell'ultimo quindicennio, la spesa sanitaria pubblica ha subito una compressione e una successiva stabilizzazione in termini di PIL ai livelli all'incirca pari a quelli del 1990. Questo processo è stato parte della più ampia risistemazione della finanza pubblica, per favorire la partecipazione alla fase finale dell'introduzione della moneta unica europea. A questo restringimento del canale di finanziamento pubblico si è contrapposto il processo di invecchiamento più incisivo tra i Partner UE, che si è tradotto in un crescente [...]

01-2006 – La nuova fiscalità della previdenza complementare per il lavoratore, l’impresa e l’Erario – Una quantificazione per il lavoratore dipendente neoassunto del settore privato con turnover decennale di datore di lavoro

Il Decreto Legislativo del 5 Dicembre 2005, n. 252, "Disciplina delle forme pensionistiche complementari" ha introdotto in Italia il Testo Unico della Previdenza Complementare ("TUP"), che ha modificato e integrato la normativa riguardante la previdenza privata. Come la previgente normativa, anche il TUP individua, come possibili fonti di contribuzione ai programmi di investimento previdenziale, il contributo del diretto interessato, cioè il lavoratore, il contributo del datore di lavoro e lo smobilizzo degli accantonamenti al trattamento di fine rapporto ("TFR"). Il [...]

By |2020-01-21T11:28:15+00:0001 Febbraio 2006|Categorie: Pensioni, Working Papers|Tag: , |
Torna in cima