FabioP

Home/Fabio Pammolli

Circa Fabio Pammolli

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Finora Fabio Pammolli ha creato 190 post nel blog.

Il mosaico del Recovery Plan

L'italia è abituata a leggi "scatolone" in cui infilare tante norme diverse. Ma stavolta per sfruttare i 209 miliardi europei tutte le tessere devono comporre un disegno coerente. Un articolo di Fabio Pammolli e Valerio di Porto - Il Foglio 2 settembre 2020

di |2020-09-03T11:22:31+00:0002 Settembre 2020|Categorie: Editoriale, Il Foglio|

L’unione dei trasferimenti – Quel rischio (politico) per l’Italia

A cavallo tra il 1789 e il 1790, James Hamilton, segretario di Stato, propose che il nascente governo federale USA, s'intestasse i debiti dei 13 Stati fondatori, dando impulso alla politica fiscale comune degli Stati Uniti d'America. Duecentotrenta anni dopo sull'altra sponda dell'Atlantico, alcuni commentatori hanno scomodato quel precedente per commentare l'accordo del Consiglio europeo sul Recovery Fund: questo introduce la possibilità di emettere debito comune a valere sulle entrate del bilancio europeo, finanziate da tutti gli Stati in proporzione al PIL [...]

di |2020-08-25T10:17:25+00:0024 Agosto 2020|Categorie: Corriere della Sera|

L’Europa, l’Italia, la lezione del 1992

Estate 1992: l'Italia vive una stagione durissima, di bassa crescita e aumento del debito, con un ritardo di competitività divenuto evidente nella nuova stagione dei cambi fissi. Un anno terribile, con il terrore di stampo mafioso e le tormentose vicende di «tangentopoli». Politica e istituzioni reagiscono e aggrediscono, con una visione di futuro, i quattro settori di più forte concentrazione della spesa pubblica: sanità, pubblico impiego, previdenza, finanza degli enti territoriali. Lo fanno, insieme - non senza contrasti e ostruzionismi [...]

di |2020-08-25T10:12:21+00:0010 Agosto 2020|Categorie: Corriere della Sera|

Mobilità e paradossi del lockdown: «Ferme le zone a minor contagio»

Il paradosso è nei dati. Il lockdown — introdotto per frenare la diffusione del coronavirus in Italia — ha immobilizzato le aree meno colpite (il Sud e le Isole) molto più dell'epicentro nazionale della pandemia (Lombardia e Veneto). E, in parallelo, ha finito pure per intaccare maggiormente i redditi bassi. Sono questi due dei risultati più significativi dello studio «Conseguenze economiche e sociali del lockdown per Covid-19» pubblicato sulla rivista Proceedings of the national academy of sciences (Pnas) dal gruppo di ricercatori del [...]

di |2020-06-30T13:33:39+00:0023 Giugno 2020|Categorie: Corriere della Sera, Editoriale|

Crescita sì, per i giovani (e, dunque, chi paga?)

All'aumentare dell'invecchiamento della popolazione, l'età dell'elettore mediano finisce per condizionare le politiche dei governi. Ma le nostre chance sono i progetti per puntare sul capitale umano. Un articolo di Mauro Marè e Fabio Pammolli - Il Corriere della Sera Economia - 15 giugno 2020

di |2020-06-30T13:19:21+00:0016 Giugno 2020|Categorie: Corriere della Sera|

Come usare i fondi europei per la nuova sanità post-Covid

La linea di credito Pandemic Crisis Support (PCS), aperta dal Meccanismo Europeo di Stabilità, mette a disposizione dell’Italia circa 36 miliardi di euro, il 2% del Pil, un risparmio orientativo di 150 punti base sul servizio del debito. Un articolo di Fabrizio Pagani e Fabio Pammolli - Corriere della Sera Opinioni - 9 giugno 2020

di |2020-06-30T13:46:19+00:0010 Giugno 2020|Categorie: Editoriale|

Nuovi ospedali, territorio, autonomia: spendere così i fondi del Mes

Corriere della Sera Economia - 18 maggio 2020 La pandemia ha prodotto una lacerazione profonda nei rapporti tra società ed economia, tra diritti ed equilibri di bilancio. Il Paese era già indebolito da una lunga stagnazione. A fine anno, il debito pubblico sarà oltre il 160 per cento del Pil e l’accesso ai mercati potrebbe divenire improvvisamente più faticoso. A essere in gioco sono le fondamenta stesse dell’assetto istituzionale e degli equilibri costituzionali del Paese. La cintura protettiva della Banca [...]

di |2020-06-30T13:47:09+00:0018 Maggio 2020|Categorie: Corriere della Sera, Editoriale|

Recovery Fund, il modello spagnolo che convince i tedeschi

Con la crisi Covid, la differenza nel rapporto debito/PIL tra Francia e Germania raggiungerà il valore più alto da quando è nata la moneta unica: la Germania, insieme ad altri stati «nordici» si assesterà a fine anno intorno al 70%, mentre la Francia (insieme alla Spagna) supererà il 115%. L'Italia sarà in zona 150%. Articolo di Carlo Altomonte e Fabio Pammolli

di |2020-04-23T16:39:52+00:0023 Aprile 2020|Categorie: Corriere della Sera|

Perché l’Italia non può fare a meno del nuovo pacchetto Europeo

Meno di venti minuti. Questo il tempo passato tra l’annuncio, senza dettagli, di un accordo sul pacchetto di aiuti fiscali per il Coronavirus da parte dei ministri delle finanze europei, e le prime isteriche reazioni in Italia, al grido: “No Mes! Vogliamo gli Eurobond!”. Quanto è razionale questa posizione, e quale aiuto ci può dare invece l’accordo europeo? Partiamo dall’evidenza. Il paese è sprofondato nella voragine aperta da Covid-19 mentre, da anni, procedeva stancamente lungo un sentiero di crescita [...]

di |2020-04-14T16:48:39+00:0011 Aprile 2020|Categorie: Il Foglio|

Non solo IRPEF – ritocchini insufficienti per un sistema disordinato

Corriere della Sera Economia - 3 febbraio 2020 Un articolo di Mauro Mare’ e Nicola Rossi Si torna a parlare con forza della necessità di una riforma dell'Irpef, come, del resto, è avvenuto periodicamente negli ultimi 40 anni. Le ragioni sono fondate e sono molte ma è opportuno rendersi conto che la riforma dovrebbe essere generale e complessiva ed investire l'intero sistema fiscale e non solo l'Irpef.

di |2020-04-14T16:41:41+00:0003 Febbraio 2020|Categorie: Corriere della Sera, Editoriale|
Torna in cima